Crema viso farmacologica

Per “crema farmacologica”, si intende le creme utilizzate di solito, da usare sulla cute, formata da una emulsione di olio in acqua e da una di acqua in olio, ma non va confusa con la crema cosmetica.

Come vengono classificate e a cosa servono le creme farmacologiche

Le creme possono essere suddivise in:

  • idrofobe, ovvero delle creme oleose, che può proteggere la cute, e vengono utilizzate per preparare farmaci liposulibili;

  • idrofile, delle creme acquose, che hanno bisogno di agenti emulsionanti, che penetra nell’organismo attraverso l’assorbimento cutaneo, soprattutto per delle patologie di tipo infiammatorio.

Questi preparati, vengono utilizzati per problemi locali sull’epidermide, per le loro proprietà protettive ed emollienti, il che gli permette di formare una barriera protettiva sulla cute.

Nell’industria farmaceutica, le creme possono essere usate per veicolare, attraverso la cute, soprattutto prodotti di tipo stiroideo. Questi ultimi, sono utilizzati per problemi della pelle, come eczemi o irritazioni della pelle di diversa natura. Sembra superfluo aggiungere che queste creme devono essere prescritte da un medico.

E’ necessario, tuttavia, non abusare dell’uso di questo tipo di creme, perché possono provocare dipendenze, come molti altri farmaci. Se si abusa dell’uso di queste, e poi ci si dimentica un’applicazione, si possono presentare dei disturbi cutanei.

Le differenze tra una crema cosmetica e una farmaceutica

Dal punto di vista legislativo, con il termine “farmaco”, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, si intende una sostanza capace di modificare i processi patologici e fisiologici dell’organismo, sia per correggere che per prevenire delle malattie.

Per “cosmetico”, invece, si intendono delle preparazioni che non hanno lo scopo di curare una patologia, ma di pulire, profumare o modificare l’aspetto estetico dell’epidermide, mantenendola in buono stato.

In entrambi i casi, le creme vengono assorbite dalla cute, ma i loro eccipienti ne permettono una penetrazione diversa tra i vari strati della pelle, e la composizione dei farmaci fa in modo di assorbire anche i suoi principi attivi. In nessun caso, il cosmetico può sostituire un farmaco, a prescindere dalle sue proprietà, ed è importante seguire il parere del medico per il loro utilizzo.

Nei farmaci non è raro riscontrare la presenza di eccipienti tossici nella sua composizione, e quindi è meglio seguire le indicazioni mediche, per utilizzarle correttamente, e la stessa cosa può valere anche per alcune creme cosmetiche, che contengono ingredienti come paraffine, petrolati, siliconi, oli minerali, etc.

Generalmente, a differenza dei farmaci, le creme cosmetiche non dovrebbero avere effetti collaterali o controindicazioni, ma bisogna comunque controllare il loro INCI, non solo per assicurarsi che gli ingredienti non siano nocivi, ma che non contengano sostanza allergeniche.

Diffidare dei falsi miti sul funzionamento o meno di alcune creme

Non è insolito trovare slogan pubblicitari che promettono che una determinata crema cosmetica abbia le stesse proprietà di una crema farmaceutica, ma non è che un mito ingannevole: in nessun caso una crema cosmetica può sostituire un farmaco.

E’ vero che alcune creme, soprattutto quelle naturali, possono essere indicate per gli stessi problemi di alcune creme farmacologiche (ed alcune sono consigliate anche dai dottori), ma non hanno di sicuro gli stessi effetti. Le prime, infatti, possono essere utili per prevenire certi inestetismi, o a trattarli nelle fasi iniziali di un problema, ma non possono di sicuro curare una patologia.

Prendiamo ad esempio il gel all’aloe vera. Questa pianta è di sicuro la migliore, sia in campo officinale che cosmetico, e può aiutare a risolvere problemi come eczemi, dermatiti, acne, etc, ma non è un vero proprio farmaco di per sé, anche se i suoi principi attivi possono essere utilizzati in alcune creme farmacologiche.

In conclusione, è bene non acquistare una crema (soprattutto online) che promette miracoli, a quello che appare un prezzo conveniente, e nel dubbio è meglio chiedere consiglio a un dermatologo o al proprio dottore.

Condividi l'articolo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, per saperne di più e disattivare i cookie clicca su info. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi