Pelle mista: in cosa consiste e come curarla?

Fattori ormonali, alimentazione e continui solleciti da agenti atmosferici esterni, danno origine a più stati di salute nella cute, che con il corso del tempo generano la pelle mista. La pelle mista è la più comune da riscontrare, in quanto è la pelle normale dell’adulto.

Che cos’è la pelle mista?

Per pelle mista si intende una pelle composta da più stati di salute cutanea. È facile riscontrare, una pelle tendenzialmente grassa/impura nella zona T del viso, composta da fronte, naso e mento. I contorni del viso appaiono secchi, disidratati o sensibili.

Fattori ormonali, post pubertà cambiano, stimolando maggiormente le ghiandole sebacee aumentandone la secrezione che si stabilizza in età adulta. Punti neri, chiamati comedoni, punti bianchi e pori dilatati caratterizzano la zona impura. Guance, conto labbra e contorno occhi si differenziano mostrando un derma disidratato, secco o squamoso.

Queste particolari caratteristiche sono dovute dal film idrolipidico che non è costante in tutto il viso.

Le cause

Come precedentemente accennato la pelle mista è la pelle dell’adulto. I cambiamenti ormonali, sono la principale causa o motivazione di questo stato di salute della pelle.

L’enzima 5-alfa è l’incaricato alla trasformazione del testosterone al diidrotestoserone. Quest’ultimo è manifesto soprattutto nelle ghiandole surrenali e dei follicoli piliferi. La sua concentrazione variabile nelle parti del viso, creano questa particolare pelle, mostrandosi più sebacea in alcuni punti, rispetto ad altri.

Un altro fattore importante è la genetica, si riscontra che la pelle mista accomuna più membri dello stesso ceppo genealogico.

Detersione eccessiva e cosmesi non adeguata, possono creare questa tipologia di pelle.

I rimedi

Lo stato di salute della pelle mista, necessita di attente cure. Parte dei rimedi da adottare, sono concentrati sulla scelta corretta della cosmesi. Indubbiamente la scelta di prodotti di origine naturale e biologica, sono un grande aiuto, in quanto gli INCI che li compongono non possiedono componenti chimici e petrolati, che andrebbero maggiormente a danneggiare lo stato della pelle, rendendola più grassa nella zona T e più disidratata nei suoi estremi.

La routine quotidiana è fondamentale per riequilibrare il ph e rieducare le ghiandole sebacee nel loro funzionamento. Una detersione accurata sia al mattino che alla sera con prodotti delicati, permettono di rimuovere dolcemente lo strato di sebo senza aggredire le zone secche o squamose. È consigliabile scegliere texture di fluidi morbidi e poco grassi, l’applicazione del latte detergente deve essere molto superficiale con movimenti circolari dal centro del viso verso l’esterno. Per la rimozione è meglio sciacquare il viso con dell’acqua e non utilizzare dei dischi di cotone. Picchiettare con la punta delle dita la lozione di un tonico astringente, solo nella zona T del viso.

L’esfoliazione dev’essere svolta con un cosmetico delicato, a base di lavanda, aloe, camomilla. È  consigliata una volta a settimana su tutto il viso. Un’altra esfoliazione solo nella zona T, in un altro giorno della settimana, ed in questo caso con un prodotto con proprietà di purificazione del derma. Carbone, argille e limone, sono un grande aiuto per raggiungere l’obiettivo.

Anche nel caso della scelta della maschera, da applicare in alternanza dall’esfoliazione, è importante,  soprattutto nella fase acuta, impiegarne di due tipologie. Seguendo sempre lo stato di salute, verrà utilizzata una specifica nella zona secca, a base di acido ialuronico ed aloe. Nella zona impura a base di carbone attivo se presenta comedoni o brufoletti. Per una pelle con eccesso di sebo è consigliata una maschera a base di argilla e Vitamina E. La crema giorno avrà il compito di proteggere lo stato e sebo riequilibrare le ghiandole sebacee, la crema notte andrà a nutrire e purificare.

Tra le maschere consigliate vi sono: Gold Mask, Black Mask e Magnetic Mask.

Un altro sostegno, è dato dall’applicazione di un siero specifico prima della crema. Il siero è un concentrato di principi attivi, che hanno la possibilità di agire più in profondità nel derma rispetto alla crema. La scelta di questo dev’essere basata su i suoi eccipienti, uno dei fondamentali è il collagene per la rigenerazione delle cellule, un esempio può essere la Sensai Total Lip Treatment.

Lo stato di salute della pelle rispecchia anche l’alimentazione. Una dieta povera di liquidi, vitamine è la causa di una pelle mista. Integrare frutta, verdura ed acqua rilasciano all’organismo le sostanze di bisogno quotidiano, impedendo mal funzionamenti gi ghiandole ed ormoni.

Condividi l'articolo:

Vuoi ricevere buoni sconto e novità sui prodotti naturali per la cura del viso?

LASCIACI IL TUO CONTATTO!

Complimenti! La registrazione è andata a buon fine!

Si è verificato un errore, riprova.

Clicca per accettare le condizioni di utilizzo dei dati personali presenti nella privacy policy di cremaviso.net. Lo staff userà queste informazioni esclusivamente per inviare comunicazioni su offerte e novità.

Utilizzando il sito, scrollando questa pagina o cliccando su un punto qualsiasi della pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, per saperne di più e disattivare i cookie clicca su info. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi