DNA di Salmone

Il pesce è un’ottima fonte di proteine e di omega 3, ma non tutti sanno che il DNA di salmone può essere impiegato per usi cosmetici, per eliminare le rughe. Ma quali sono le sue proprietà? Come si estrae dal pesce? Come si usa per i trattamenti di bellezza e per le creme? Scopriamolo in questa guida approfondita.

Come si ottiene e a cosa serve?

Quando si parla di DNA di salmone, si parlare dei filamenti del DNA che sono stati estratti dallo sperma del salmone. Nel 2012, tra i primi riconoscere il potenziale di questa sostanza, sono stati dei ricercatori tedeschi e di Taiwan, che hanno messo a punto un dispositivo di storage usando la nanotecnologia ed il DNA di salmone. Trattando quest’ultimo con delle nanoparticelle, si sono ottenuti dei chip che potrebbero essere usati per realizzare dei DVD.

In Giappone, il DNA di salmone non è solo un prodotto alimentare, ed è un ottimo agente che aiuta ad estrarre le Terre rare, una volta essiccato e polverizzato, ottenendo così un estrattore non inquinante di di tulio e lutezio (due Terre rare molto preziose). Visto e considerato che, nel paese, è un sottoprodotto dell’industria ittica, è facile da reperire e quindi poco costosa.

Dal punto di vista nutrizionale, il salmone contiene in gran parte proteine e grassi polinsaturi, ricchi di omega 3, che aiutano a contrastare diverse malattie, abbassano il colesterolo, combattono i radicali liberi e rallentano l’invecchiamento delle cellule. Vi si trova, in grandi quantità, della vitamina D, che favorisce l’assorbimento del calcio, oltre alle vitamine B6, B12, il fosforo ed il selenio. Le quantità di sodio, invece, sono basse, e questo rende il salmone un’ottima alternativa alla carne.

I suoi usi nel campo della bellezza

Già come alimento, il salmone ha degli effetti benefici sulla pelle, in quanto rallenta l’invecchiamento delle cellule ed è utile per eliminare le rughe. Un dermatologo australiano, Nicholas Pericone, ha messo a punto una dieta d’urto, a base di salmone, che risulta un ottimo trattamento anti età per la pelle. Se per tre giorni, viene assunto il salmone nei tre pasti principali, escludendo altre fonti proteiche, è possibile ritardare la comparsa delle rughe, riparando anche dei danni già presenti sulla cute.

In campo estetico, il DNA di salmone viene usato per un vero e proprio trattamento di bellezza, che consiste nel somministrare questa sostanza, in piccole dosi, direttamente nella pelle, dopo che è stata pulita ed anestetizzata con una crema specifica. Questo trattamento può durare dai quindici ai trenta minuti, ad intervalli di due o tre settimane. Il numero delle sedute può variare da uno a cinque.

Dopo questo trattamento, si può tornare alle proprie attività, ma bisogna tenere presente che sulla cute potrebbero comparire dei leggeri rossori o dei lividi, dovuti all’uso degli aghi, ma queste imperfezioni, finché non scompaiono, possono essere coperte con del trucco.

Già dal giorno seguente, si osservare una rigenerazione della pelle, che si presenta più luminosa, idratata ed elastica. Questi effetti, possono durare anche un anno, rivelandosi molto più efficace di trattamenti botox o laser. Se abbinato con del filler, le sue proprietà anti età possono aumentare.

Sembra che non abbia delle controindicazioni, ma non è consigliato per chi è affetto da diabete, o ha avuto precedenti di paralisi, coagulazioni, embolie. E’, inoltre, sconsigliato per chi soffre di problemi cardiaci o alle donne in stato di gravidanza.

Le creme viso a base di Dna di Salmone

Non si trovano, attualmente, molte creme con il DNA di salmone, ma degli esperti dell’Università di Binghamton (New York), l’hanno usato per mettere a punto una crema protettiva che protegga dai raggi solari, tramite una pellicola sottile di DNA.

La suddetta pellicola di DNA, è formata da soluzioni del materiale genetico, dall’etanolo e dall’acqua, ed agisce come una seconda pelle, una volta applicata, riuscendo a proteggere la pelle dai raggi UVB ed UVA, anche per un’esposizione prolungata.

Una crema per le rughe, invece, è stata realizzata con il DNA del salmone, olio di gelsomino, olio di mandorla e vitamine, ovvero la Vitadermax. Oltre ad eliminare le rughe (bloccando anche i fattori che le fanno insorgere), questa crema rende più luminosa, elastica ed uniforme la pelle, stimola la produzione di collagene, idrata la cute, protegge dai raggi ultravioletti e rimuove le macchie, la cui insorgenza è dovuta all’invecchiamento della pelle.

Perché questa crema funzioni, bisogna applicarla due volte al giorno, per quattro settimane, dopo aver pulito accuratamente la pelle, e massaggiando il viso con questa crema per cinque minuti. Questa crema, si può acquistare solo tramite l’azienda, ordinandola sulla pagina web ufficiale.

Oltre al DNA di Salmone, sembra che le creme genetiche antirughe, ottenute con del DNA (animale o vegetale) possano essere degli ottimi sostituti al lifting, in quanto le sostanze genetiche si rivelano un ottimo ingrediente per stimolare la produzione di elastina, collagene e acido ialuronico.

Condividi l'articolo:

Vuoi ricevere buoni sconto e novità sui prodotti naturali per la cura del viso?

LASCIACI IL TUO CONTATTO!

Complimenti! La registrazione è andata a buon fine!

Si è verificato un errore, riprova.

Clicca per accettare le condizioni di utilizzo dei dati personali presenti nella privacy policy di cremaviso.net. Lo staff userà queste informazioni esclusivamente per inviare comunicazioni su offerte e novità.

Utilizzando il sito, scrollando questa pagina o cliccando su un punto qualsiasi della pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, per saperne di più e disattivare i cookie clicca su info. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi