Centella Asiatica

La Centella Asiatica, nota come “tigre del prato”, pianta officinale che cresce spontanea soprattutto in Asia, ma anche in alcune zone dell’Africa e dell’Australia, soprattutto in aree umide. Tra i suoi innumerevoli usi, viene impiegata anche per creme e prodotti del viso.

Le sue proprietà e caratteristiche

Questa pianta è di tipo perenne, che raggiunge i quindici centimetri di altezza, e si riconosce per le sue foglie cuoriformi e dei piccoli fiori violetti, che crescono in estate. Sembra che oltre ad essere usata dagli esseri umani come pianta medicinale, anche gli animali selvatici si sdraiano sopra questa pianta per curarsi delle eventuali ferite.

Le sue foglie contengono sostanze come i flavonoidi, i tannini, i flavonoidi, acidi triterpenici, zucccheri e sali minerali, che gli conferiscono diverse proprietà. Essa migliora la circolazione del sangue, e può aiutare per combattere problemi legata a quest’ultima. Ad esempio, per la flebite, ovvero un’infiammazione delle vene, si può assumere delle compresse per degli estratti dalla pianta.

Una tintura madre o una crema, a base da questa pianta, può aiutare per la ritenzione dei liquidi o per gli edemi agli arti inferiori. Della tintura, basta assumerne un certo numero di gocce al giorno, a seconda del problema, mentre la crema può assere applicate nelle zone dove è presente la cellulite o gli edemi.

Per epistassi dal naso, si può assumere delle capsule di Centella Asiatica, sempre nelle dosi e nelle modalità prescritte da un medico, per una quindicina o una ventina di giorni. Un infuso di Centella, invece, si può usare per curare ulcere gastriche e accellelare la guarigione dopo un’operazione di emorroidi, bollendone quattro grammi in cento millilitri, per un quarto d’ora.

Per uso esterno, oltre che per la cellulite, si può impiegare come cicatrizzante ed antinfiammatorio nel caso di dermatiti, cicatrici dovute a eczemi o altri problemi della cute, scottature, ustioni dovute alla radioterapia o punture di insetti.

Nella medicina ayurvedica, è consigliata per migliorare la concentrazione e la memoria e prevenire malattie neurodegenerative, e la loro efficacia in questo campo è stata comprovata anche da degli studi scientifici.

La Centella Asiatica di per sé, non ha dei particolari effetti collaterali, ma può creare interazioni con alcuni farmaci, come gli antidepressivi, antiepilettici o sedativi. E’ sconsigliato, inoltre, a donne in gravidanza o che allattano, e a chi è affetto dal diabete. Dato che può rendere la pelle più sensibile, durante il periodo di assunzione o applicazione, è bene evitare dei trattamenti di bellezza con lampade abbronzanti o un eccessiva esposizione la sole.

I benefici della Centella Asiatica sulla pelle

Sulla pelle, è stato dimostrato che la Centella Asiatica ha un effetto rigenerante, in quanto stimola la produzione di collagene, rendendola anche più elastica. Non è, quindi, insolito trovarla in creme antirughe o per la cellulite, o negli integratori.

Una di queste creme è la Vitadermax, una crema da notte antirughe, disponibile sul sito ufficiale dell’azienda. Oltre la Centella Asiatica, contiene al 99,5 % collagene puro, acido ialuronico e DNA di salmone, e va appplicata prima di andare a dormire, dopo aver lavato accuratamente il viso e rimosso il make-up, passando un cubetto di ghiaccio prima di passare la crema sul viso, massaggiando per tre minuti.

Essa, inoltre, può essere utilizzata per riparare la pelle danneggiata dal sole. Si può preparare, infatti, una maschera aprendo due capsule di olio di enotera e mescolarle a due cucchiai di olio di mandorle dolci, per poi scaldarli brevemente. Dopodiché, si aggiunge l’estratto secco di questa pianta, racchiuso in due capsule, e sette gocce di olio essenziale di lavanda. Si applica sul viso questo composto, ancora caldo, e lo si lasciare per un quarto dopo. Si risciacqua, infine, con acqua tiepida, e nel giro di trenta giorni la pelle dovrebbe ritornare come prima.

Un altro rimedio contro l’eccessiva esposizione al sole, può essere sicuramente un composto preparato con la polvera della Centella mescolata a un cucchiaio di gel di Aloe vera, da applicare mattina e sera, al posto della crema da notte. Questa miscela idrata e ha un’azione disinfiammante, e può riconferire alla pelle il colorito naturale.

Come è già stato accennato prima, non è certo solo il viso a beneficiare degli effetti rimpolmanti e rigeneranti della Centella: infatti, con le sue foglie o la sua polvere, si può ricorrere una tintura madre per le smagliature, preparata apposta per questo problema, o che si può aggiungere alla propria crema antismagliature o anticellulite, come coadiuvante, ma si consiglia di non esporsi al sole, subito dopo averla applicata sulla pelle.

Anche sulla pelle, questa pianta non ha effetti collaterali, ma può provocare reazioni allergiche. Chi non l’ha mai utilizzata prima, dovrebbe chiedere consiglio al proprio medico o a un dermatologo.

Condividi l'articolo:

Vuoi ricevere buoni sconto e novità sui prodotti naturali per la cura del viso?

LASCIACI IL TUO CONTATTO!

Complimenti! La registrazione è andata a buon fine!

Si è verificato un errore, riprova.

Clicca per accettare le condizioni di utilizzo dei dati personali presenti nella privacy policy di cremaviso.net. Lo staff userà queste informazioni esclusivamente per inviare comunicazioni su offerte e novità.

Utilizzando il sito, scrollando questa pagina o cliccando su un punto qualsiasi della pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, per saperne di più e disattivare i cookie clicca su info. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi