Psoriasi sulla pelle del viso: sintomi, cause e rimedi

La psoriasi è una malattia infiammatoria, che colpisce la pelle, ed affligge circa due milioni di Italia. Colpisce varie parti del corpo, viso compreso, ma per fortuna ci sono delle terapie da seguire, prescritte da un medico, e delle creme possono aiutare.

I sintomi e le cause

La psoriasi è una patologia auto-immune, e colpisce spesso chi ha una predisposizione genetica. Non è un caso, che dei membri della stessa famiglia, come fratelli e sorelle, ne possano essere affetti. La genetica, non è, tuttavia, l’unica causa che può far insorgere la psoriasi. A scatenarla, infatti, possono essere:

  • dei traumi, causati da colpi accidentali, ustioni, cicatrici chirurgiche, etc, compresi anche i tatuaggi, il cui metodo di applicazioni comprende sempre fare una lesione alla pelle;

  • delle alterazioni del metabolismo, dovuta forse a una dieta scorretta o a qualche patologia;

  • della alterazioni ormonali, dovute a patologie o a determinate condizioni, come la gravidanza ed il post-parto;

  • dei farmaci, come i beta-bloccanti e il Litio;

  • lo stress;

  • il fumo.

I sintomi più comuni, di questa patologia, sono gli eritemi, i pruriti, la desquamazione, il bruciore, il sanguinamento ed un senso di tensione. Questo problema, può insorgere verso i venti o trent’anni, o tra i cinquanta e i sessant’anni. Raramente, compare verso i quindici.

Esistono diversi tipi di psoriasi:

  • la psoriasi volgare, conosciuta anche come psoriasi a placche, che compaiono sui gomiti, sulle ginocchia, sulla parte bassa della schiena e sul cuoio capelluto;

  • la psoriasi del cuoio capelluto, che a volte viene confusa con la dermatite seborroica e la forfora;

  • la psoriasi guttata, che può comparire nell’infanzia, ma le cui chiazze guariscono pressoché in una settimana;

  • la psoriasi inversa, o delle pieghe, che può comparire nelle zone genitali e sotto il seno;

  • la psoriasi eritrodermica, che si presenta sulla cute, ed anche sul viso;

  • la psoriasi pustolosa, che oltre a delle pustole, può presentare anche sintomi influenzali, come la febbre.

Per evitare l’insorgenza di questo problema, si consiglia di seguire uno stile di vita sano, evitando cibi poco salutari e facendo attività fisica, nonché usare delle creme per evitare che la pelle si disidrati e non venga nutrita.

Le cure

Per curare questo problema, i medici prescrivono delle creme, a base di cortisone, vitamina D, catrame minerale e vegetale, acido salicilico, acido glicolico, glicerina, sorbitolo, etc. A queste creme topiche, si associano anche dei farmaci, somministrati per iniezione o assunti per via orale.

In alcuni casi, come nella psoriasi volgare, è possibile anche che il dottore prescriva delle sedute di fototerapia, che consiste nel ricorrere a delle radiazioni luminose. Questa terapia, tuttavia, può durare diverse settimane, forse qualche mese, e non è adatta per la psoriasi che compare sul cuoio capelluto.

Oltre ai trattamenti prescritti dal medico, è importante anche fare alcuni accorgimenti riguardo al proprio stile di vita. Come seguire una dieta corretta, fare attività fisica, smettere di fumare e non bere alcolici. Se la causa dell’insorgenza della psoriasi è qualche farmaco, è bene smettere di assumerlo o cambiarne il dosaggio, sempre seguendo i consigli del proprio medico.

I rimedi naturali

Ad aiutare il processo di guarigione, ci possono essere anche altre creme, magari da usare una volta terminato il trattamento con le creme topiche. Queste creme, possono essere a base di piante come:

  • l’aloe vera, dalle azioni lenitive ed idratanti, che viene impiegata per molti problemi alla cute del viso;

  • il propoli, con proprietà antinfiammatorie, antisettiche ed antiossidanti;

  • l’olio di macadamia, emolliente, protettivo ed antiossidante;

  • l’olio di jojoba, che ha le stesse proprietà dell’olio di macadamia;

  • l’olio di arnica, che oltre ad avere proprietà antisettiche ed antinfiammatorie, è un buon antibiotico naturale;

  • gli oli essenziali, diluiti con oli vegetali, alle essenza di bergamotto, camomilla romana, lavanda e geranio;

  • l’estratto oleoso dei semi di pompelmo, che contiene dei ceramidi, e che agisce come un antinfiammatorio;

  • la centella, in grado di stimolare la circolazione;

  • la bardana, che racchiude proprietà depurative, antibatteriche e cicatrizzanti.

Oltre a queste creme, si possono usare degli ingredienti naturali, reperibili anche in casa, con i quali preparare dei composti da applicare sulla pelle. Come l’aceto di mele, diluiti a dell’acqua, che può essere applicate sulle aree della pelle colpite, con un panno pulito.

In estate, inoltre, se si ha la possibilità di recarsi al mare, si possono fare dei veri e propri bagni di sole, che apportano dei benefici, usando comunque le dovute precauzioni (come usare una buona crema solare) e non esporsi nelle ore più calde della giornata.

Come è già stato accennato in precedenza, per evitare che questo problema insorga o peggiori, è bene usare, quotidianamente, creme idratanti ed emollienti, come la SkinLabo CC, che contiene acido ialuronico, vitamina E, bacche di Goji ed olio di vinaccioli, che la rendono un buon prodotto idratante, oppure la crema alla bava di lumaca, dall’azione nutritiva e rigenerante.

Condividi l'articolo:

Vuoi ricevere buoni sconto e novità sui prodotti naturali per la cura del viso?

LASCIACI IL TUO CONTATTO!

Utilizzando il sito, scrollando questa pagina o cliccando su un punto qualsiasi della pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, per saperne di più e disattivare i cookie clicca su info. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi