Mangostano

Il Mangostano è una specie sempreverde, originario di isole dell’Arcipelago malesiano e di quello delle Molucche. Dal 2009 è stato autorizzato il suo commercio in Italia, sebbene ci siano stati delle denunce da parte del Ministero della Salute, a causa dei suoi trattamenti e della sua commercializzazione. Nonostante questo, sembra che questa pianta apporti enormi benefici all’organismo e alla pelle del viso. Scopri di più sul Mangostano nei prossimi paragrafi!

La sua descrizione e le sue proprietà

L’albero del Mangostano è una pianta sempreverde tropicale, che raggiunge una misura dai sette ai venticinque metri di altezza. La sua corteccia è di un marrone scuro, quasi nero, ed il suo frutto, dalla forma rotonda, ha un colore viola scuro all’esterno ed un esocarpo legnoso.

La sua polpa è bianca, suddivisa in quattro o otto spicchi, commestibili, morbidi e della stessa consistenza del burro, al cui interno di trovano i semi. Alcuni dicono che ha un vago sapore di pesca e litchi, altri di aroma di rosa, ma è comunque acquoso e fresco. Come molti frutti, è ricco di acqua, ma comprende anche discrete quantità di manganese ed acido folico.

Nel sud est asiatico questa pianta fa parte della tradizione medicinale, e viene usata come antinfiammatorio, antibatterico, analgesico, antisettico e per curare dissenteria ed infezioni localizzate nel tratto urinario, come la gonorrea. Secondo alcuni ricercatori, è ottimo anche per alzare le difese immunitarie, e quindi è un alimento da consumare in caso di raffreddore e febbre.

Il suo succo puro, è di sicuro l’ideale per problemi delle cute, come eczemi o acne. Se ne dovrebbero bere, in questo caso, due o tre cucchiai, diluiti con un po’ d’acqua, una volta al giorno. Per eruzioni cutanee, esistono dei veri e proprio unguenti alla cui base c’è questo frutto. Sempre il succo, può apportare dei benefici al sistema nervoso, prevenendo malattie degenerative.

Un consumo regolare del frutto, invece, oltre a migliorare le condizioni della cute e del sistema nervoso, fa bene anche alle ossa, all’intestino e ai reni ed abbassa i livelli di glicemia e colesterolo nel sangue. Da secoli, infatti, il suo succo o un decotto preparato con la sua corteccia, viene usato dai popoli dell’Asia per problemi gastrointestinali, come la diarrea, la costipazione e, grazie alle sue fibre e vitamine, può regolare la flora batterica.

I suoi effetti sulla pelle e come viene utilizzato

Come è già stato accennato in precedenza, sulla pelle il Mangostano era ed è usato per combattere eruzioni cutanee e altri problemi delle pelle, come l’acne. Essendo ricco di antiossidanti, ha anche effetti ringiovanenti, pari a quelli dell’olio di argan, e migliora l’aspetto della cute, rendendola più elastica e compatta.

In commercio, si possono trovare dei prodotti per il viso a base di questa pianta, alcuni dei quali presentati al Fashion Week di Roma, nel 2013, molti dei quali del tutto naturali. Tra questi, si può citare la linea Mangostano Skin Oriented, offerta dalla Purple Natural, che comprende una vasta gamma di prodotti polifunzionali per pelli secche e mature, dal latte detergente a delle creme per il corpo nutrienti. Tra questi, si può citare un siero antirughe, idratante, protettivo e calmante, oppure un siero viso all’acido iarulonico, anch’esso adatto per riempire i solchi delle rughe e dalle proprietà emollienti.

Chi, invece, ama farsi creme e maschere fai da te, può acquistare il frutto, il suo succo, oppure delle capsule, della polvere o delle lozioni che contengano i suoi principi attivi (questi ultimi si possono reperire in erboristeria o su internet).

Una buona crema contro l’acne, i brufoli e i punti neri, si può realizzare prendendo del succo di limone ed unendolo alla polpa di un cetrioli e di un mangostano (entrambi ridotti in purea). Una volta mescolati con un vasetto di yogurt bianco, si può usare applicandola al viso, lavato e asciutto, lasciandolo in poca per un minimo di dieci minuti. La crema che avanza si può conservare in frigorifero, dentro un flaconcino o anche al vasetto dello yogurt, ed essere utilizzando nei due o tre giorni seguenti.

Una maschera antinvecchiamento e rinfrescante, si può ottenere utilizzando sempre la purea del frutto di Mangostano, mescolandone un cucchiaio abbondante con una carota grattugiata, una manciata di fragole anch’esse ridotte in purea, tre cucchiai di olio extravergine di olio ed il succo di mezzo limone. La maschera deve essere applicata sulla pelle e lasciata agire per circa mezz’ora, durante la quale è preferibile rilassarsi prima di risciacquare il tutto.

Effetti collaterali e controindicazioni

Nonostante i suoi effetti benefici, questo frutto presenta anche delle controindicazioni, soprattutto se i soggetti che la assumono sono ipersensibili ed allergici alla frutta. E’ bene, inoltre, consultare il proprio medico, prima di consumarne la polpa e il succo, se si è sottoposti a chemioterapia o a un trattamento con anticoagulanti, perché le sostanze al suo interno possono interferire con l’efficacia dei farmaci. All’interno dei cosmetici il Mangostano è piuttosto sicuro.

Condividi l'articolo:

Vuoi ricevere buoni sconto e novità sui prodotti naturali per la cura del viso?

LASCIACI IL TUO CONTATTO!

Complimenti! La registrazione è andata a buon fine!

Si è verificato un errore, riprova.

Clicca per accettare le condizioni di utilizzo dei dati personali presenti nella privacy policy di cremaviso.net. Lo staff userà queste informazioni esclusivamente per inviare comunicazioni su offerte e novità.

Utilizzando il sito, scrollando questa pagina o cliccando su un punto qualsiasi della pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, per saperne di più e disattivare i cookie clicca su info. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi