Crema viso esfoliante

Le creme esfolianti per il viso servono a rimuovere le cellule morte della pelle, in modo che quest’ultima rimanga sempre morbida e luminosa. In questa guida scopriamo come utilizzare una crema esfoliante, per quale motivo, quali sono gli ingredienti migliori e come scegliere la migliore da applicare sul proprio viso.

Come e perché usare una crema esfoliante

L’esfoliazione, non solo del viso, permette di eliminare dalla cute le cellule morte, e ciò permette ai pori di rimanere ben dilatati e puliti, così che non si formino comedoni, rughe ed altri inestetismi. Inoltre, permette che i principi nutritivi delle creme da viso che si usano quotidianamente, notte e giorno, di penetrare nella pelle.

Si consiglia di usare lo scrub o qualunque altra crema esfoliante, per il viso, ogni settimana, visto che la vita delle cellule epidermiche è di ventotto giorni, che la propria cute sia normale, secca, grassa, delicata, etc.

Prima di applicare la crema esfoliante, è necessario fare un’accurata pulizia del viso con un detergente. Quando la pelle è ancora umida, si può applicare il prodotto, massaggiando delicatamente con movimenti circolari, per un minuto o due, e poi risciacquare. Dopo, si potrà stendere anche una maschera per il viso.

Si dice che la crema esfoliante rovini l’abbronzatura, in estate, ma è solo un miro da sfatare, perché l’esfoliazione agisce ad un livello di melanina più superficiale.

Da che cosa è composta e quali sono gli ingredienti di base

La composizione e gli ingredienti di una crema per il viso esfoliante variano a seconda del tipo di pelle per cui sono ideati ed il grado di esfoliazione. Si deve tenere presente che esistono due tipi di esfoliazione: quella chimica e quella meccanica.

L’esfoliazione chimica è quella dei prodotti che comprendono gli acidi della frutta e degli acidi esfolianti, come l’acido ialuronico. Di solito, questo genere di esfoliazione si ottiene con creme, sieri e lozioni.

Tramite delle microsfere, presenti in alcuni detergenti, si può effettuare un’esfoliazione meccanica. Con un prodotto di questo genere, il vero segreto per ottenere una pelle morbida, è di effettuare anche un massaggio del viso con i polpastrelli, o delle spugne specifiche.

Gli ingredienti veri e propri, possono variare a seconda del tipo di pelle che si va a trattare. Ad esempio, per una pelle grassa, si può utilizzare uno scrub o crema, realizzata in casa e non, che sia a base di limone, visto gli effetti astringenti e tonificanti di questo frutto.

Le creme naturali a base di erbe e fiori, sono sicuramente tra i migliori, visto che se ne possono trovare delle composizione per ogni tipo di pelle, in particolare per quelli secche, sensibili e mature.

caratteristiche ingredienti crema esfoliante

Come scegliere la crema esfoliante giusta?

Come per il resto delle creme per il viso, quella esfoliante deve essere scelta in base al tipo di pelle, come si è accennato in precedenza. La cute, può presentarsi:

  • secca, e quindi necessita di prodotti ricca di nutrimenti;
  • grassa, che ha bisogno di una crema che riequilibri la quantità di sebo sulla pelle;
  • mista, con aree sia secche che grasse, e necessita di un prodotto che riequilibri il sebo, senza tuttavia seccare la pelle.

Bisogna fare attenzione anche si ha una pelle sensibile, o con tendenza acneica (che può essere sempre dovuto all’eccesso di sebo). L’importante è mantenersi idratati, bevendo anche due litri di acqua al giorno.

Anche gli uomini dovrebbero usare, periodicamente, un prodotto esfoliante, e sceglierlo in base alla presenza e non della barba.

Ricette per creme esfolianti realizzate in casa

Chi non sa decidere tra i vari prodotti in commercio, può cercare sia su internet che nei ricettari di cosmetici da preparare in casa, varie creme per l’esfoliazione del viso, da scegliere in base alle caratteristiche della propria cute, e questi possono essere a base zucchero, sale, erbe, fiori, argilla, bicarbonato di sodio, etc.

Un esempio è uno scrub per il viso al tea tree, timo e bicarbonato, adatto per pelli grasse e soggette a imperfezioni. Per realizzarlo, bisogna mescolare due cucchiai di bicarbonato di sodio con dell’acqua calda (la quantità necessaria per ottenere una pasta), ed unirvi un cucchiaino di olio di jojoba, sei gocce di olio essenziale al tea tree e cinque gocce di olio essenziale al timo.

Una volta preparato, si inumidisce la propria pelle, dopo averla pulita, e se ne applica una quantità generosa sul viso, massaggiando con movimenti circolari delicati, per uno o due minuti. Si lascia agire la crema per cinque minuti, e dopo si risciacqua con acqua calda. La quantità che avanza si può conservare in un contenitore con un coperchio ben stretto, per al massimo una settimana.

Con prodotti realizzati in casa, la frequenza con cui usarli può cambiare a seconda del tipo di pelle. Chi ha una cute grassa o normale, li può applicare due o tre volte alla settimana. Chi, invece, ha una pelle mista o matura e secca, una o due volte nell’arco di sette giorni. Una volta a settimana, è sufficiente per chi ha una cute sensibile.

Condividi l'articolo:

Utilizzando il sito, scrollando questa pagina o cliccando su un punto qualsiasi della pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, per saperne di più e disattivare i cookie clicca su info. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi