Siero viso purificante

Il siero, a differenza delle creme, ha dei principi attivi ancor più concentrati. C’è chi crede che sia un prodotto solo per pelli mature, ma in realtà può contribuire alla corretta pulizia del viso e del corpo, per tutti i tipi di cute, soprattutto quelle grassi e secche.

Cos’è e come si usa un siero per il viso purificante

I sieri, come le creme, possono avere delle proprietà specifiche, per contrastare l’invecchiamento della pelle, le macchie, le rughe, l’acne ed altri problemi che possono affliggere la pelle.

Un siero da viso purificante ha un’alta concentrazione di principi funzionali, dall’azione purificante per le pelli impure e lucide, a cui dovrebbe conferire un aspetto più sano. In sostanza, il siero riduce le imperfezioni, ha proprietà sebo-regolatrici e restringe i pori.

Il siero sul viso va applicato mattina e sera, dopo una corretta detersione, ma prima di applicarvi la crema da giorno o da notte. Va steso su tutto il viso, nella zona “T”, dove la pelle presenta più impurità e, a seconda del prodotto, si può miscelare ad altre emulsioni per il viso.

Gli ingredienti

Tra i componenti principali di un siero naturale, in molti casi si possono trovare gli oli essenziali, estratti da piante dalle proprietà astringenti ed antisettiche, che oltre a purificare la pelle possono lenire rossori, ferite, eritemi solari, ed eliminare problemi come l’acne o le macchie. Tra quelli più usati, ci sono quelli alle essenze di limone, rosmarino, tea tree e lavanda (tutti purificanti ed antiasettici).

Non mancano nemmeno sieri alla cui base ci sono dei minerali, come il magnesio, che nei prodotti cosmetici viene utilizzato come addensante o un agente che migliora la viscosità della cute, oppure lo zinco, in grado di contrastare problemi della pelle, come eczemi o altre dermatosi.

Si può notare che, nella composizione di alcuni di questi sieri, che siano sotto forma di oli essenziali o estratti, si possono trovare gli agrumi, soprattutto il limone. Essi sono ricchi di sostanze antiossidanti, ed oltre ad eliminare brufoli e punti neri, hanno un’azione antietà. Sono degli ottimi purificanti per pelli grasse e rivitalizzano quelle secche, conferendogli anche luminosità. Oltre ad avere delle funzioni protettive, la vitamina C presente in questi frutti può aumentare la produzione di collagene.

Come scegliere un buon siero purificante

I sieri in generale, vanno scelti considerando il proprio tipo di pelle e la propria età. Chi, infatti, ha una pelle giovane, dovrebbe utilizzare un siero con delle proprietà idratanti, mentre coloro che hanno pelle più mature, dovrebbero optare per un prodotto con principi attivi antiossidanti e antiage.

Per quanto riguarda il tipo di pelle, il siero purificante dovrebbe essere scelto non solo in base alle condizioni della cute (se è grassa o secca), ma anche se presenta brufoli, acne, punti neri, un colorito spento, etc. In estate, bisognerebbe usare un prodotto che abbia anche dei filtri solari, per prevenire eritemi solari o scottature.

Un modo per scegliere il siero (ma anche il prodotto cosmetico) migliore, è guardare le certificazioni bio, che dovrebbero indicare se sono testati (preferibilmente non sugli animali), vegani e senza parabeni. I sieri purificanti biologici migliori, di solito, sono a base di ingredienti nutrienti, come il sesamo, la nocciola, il limone, la lavanda, il patchouli, l’aloe vera ed il burro di karitè.

In questo tipo di cosmetico, non può mancare un ingrediente conservante, che ne preservi la naturalità. Per assicurarsi che sia buono, questo conservante deve essere idrosolubile e con il pH giusto.

Quali sono i sieri migliori per purificare la pelle?

Ognuno deve trovare il siero adatto alle proprie esigenze, come per tutti gli altri prodotti cosmetici che si applicano sulla cute. Per trovare quello giusto, è importante considerare anche il suo INCI, in modo da assicurarsi che sia naturale e biologico.

Un buon prodotto, è sicuramente il Kiehl’s Siero Concentrato Idro Volumizzante e Ri-Testurizzazione, adatta per ogni tipo di pelle, ed è in grado di “ripulire” la pelle da agenti esterni, che ostruiscono i pori, e rende di nuovo la pelle luminosa. Non presenta controindicazioni, perché è a base di ingredienti naturali, ed il principale è l’acqua, le cui particelle mantengono idratata e compatta la pelle.

Si possono anche preparare dei sieri in casa, con degli oli essenziali e vegetali, acidi, acque distillate, etc. Ad esempio, si può preparare un siero base per gli occhi, dalle proprietà antiossidanti, con dell’olio di semi di melograno, l’olio di jojoba e olio essenziale di elicriso. Il melograno, in particolare, penetra in profondità e riesce a nutrire intensamente l’epidermide.

Con più ingredienti, che si possono comunque trovare in erboristeria, è quello all’uva rossa, che oltre ad avere proprietà antiossidanti, idratanti e rigeneranti, è un ottimo antirughe ed anti invecchiamento. Per farlo, occorre estratto glicerico di uva rossa, acido ialuronico, pantenolo, gel all’aloe, idrolato di camomilla, olio di argan, vitamina E, olio essenziale di gerano e poche quantità di conservante.

Condividi l'articolo:

Utilizzando il sito, scrollando questa pagina o cliccando su un punto qualsiasi della pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, per saperne di più e disattivare i cookie clicca su info. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi